Ghost of Stone

La maestria dell’arte connessa con Diamut in mostra a New York

In esposizione a New York una serie di quattro manufatti che sfidano le convenzionali combinazioni di materiali attraverso l'abbinamento non ortodosso di processi e tettonica.

Cliente: Precision Stone
Città: Long Island
Nazione: Stati Uniti d'America

Nei suoi 25 anni di carriera nel settore di applicazione del vetro e della pietra, a Kerry Clark non era mai stato chiesto di trovare una soluzione di utensili volti alla creazione di manufatti per una mostra d’arte. Finché un giorno Clark, Brand Sales Manager della Divisione Vetro di Diamut America, ha ricevuto una telefonata da Miles Driscoll, Design Engineering Manager presso la società Precision Stone di Long Island, New York. Driscoll è stato scelto per collaborare con il noto architetto e insegnante del MIT Cristina Parreño alla fabbricazione di due manufatti per la sua imminente mostra presso l’Art Omi di Ghent, New York. La mostra, TransTectonics in Construction, esporrà una serie di quattro manufatti che sfidano le convenzionali combinazioni di materiali attraverso l'abbinamento non ortodosso di processi e tettonica.

La vision della Parreño per il suo prototipo Ghost of Stone prevede l’utilizzo di una tecnica di incisione massiccia solitamente associata alla tettonica della muratura in pietra ma applicata in questo caso al vetro. Driscoll avrebbe inoltre dovuto incidere la roccia per produrre un pezzo con la stessa forma del Ghost of Stone (intitolato da Parreño "Rock in Full Metal Jacket"), in cui la roccia lavorata a macchina sarebbe stata unita con una colata di alluminio. La Parreño ha realizzato altri due prototipi per la mostra: PlyGlass, una provocazione in cui la tecnica della laminazione solitamente associata al compensato viene applicata al vetro creando una solidità trasparente attraverso la ridondanza, e Wooden Bubble, creato soffiando il vetro in uno stampo di legno, facendo bruciare il legno durante il processo. "Anche se una mostra d’arte non costituisce il nostro progetto tipo, ci occupiamo continuamente di nuove applicazioni per i clienti che dirigono laboratori gamma di possibilità per creare la complessità desiderata".

Per Driscoll, la sfida di Ghost of Stone era rappresentata dal ridurre il blocco di vetro in modo che non si producessero schegge, ottenendo le giuste geometrie. La prima sfida per Rock in Full Metal Jacket è stato determinare e acquistare il giusto materiale. «La roccia vulcanica, che viene solitamente utilizzata come roccia per l’architettura del paesaggio, è estremamente tenera» osserva. «Essendo leggera, non densa e molto porosa, l’alluminio fuso poteva fluire al suo interno. La seconda sfida era che si fresava molto rapidamente». Sia Clark che Driscoll sapevano che realizzare la visione e le idee uniche di Cristina Parreño avrebbe richiesto la massima attenzione ai dettagli. La Parreño è un architetto regolarmente iscritto all'albo sia in Spagna che nel Regno Unito: la sua ricerca nel settore TransTectonics al MIT esplora le combinazioni non convenzionali di materiali attraverso piccoli prototipi, successivamente declinati in dimensioni e contesti più ampi per diventare installazioni architettoniche che arricchiscono spazi pubblici.

«Il concetto dietro questa mostra di prototipi 12x12x12 è estremamente importante per l’architettura» ha affermato la Parreño. «È un modo di lavorare con materiali interessanti, tecnologia digitale e macchine estremamente avanzate, ma allo stesso tempo integrando un mestiere che ha ricevuto grande plauso lungo la storia, così come le antiche modalità di lavorazione dei materiali». Chiunque partecipi alla mostra vedrà come ciascuno dei pezzi della Parreño si estenda chiaramente oltre i limiti dell’innovazione nella ricerca progettuale. Diamut e Biesse Group dimostrano un’analoga intensità nell’ampliare i limiti dalla tecnologia per offrire soluzioni di attrezzaggio e automazione a laboratori commerciali che lavorano con il vetro, la pietra e altri materiali.

I progetti spesso comportano molte sfide tecniche e artistiche. Ogni progetto che entra dalla nostra porta rappresenta a tutti gli effetti un’opera d’arte per noi
Clark Kerry Brand Area Manager – Diamut America
Clark Kerry
Grandi idee hanno bisogno di grandi partner.
Scopri come puoi trasformare il tuo business con Diamut.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info
Go to top of page